Questi sono 4 modi per prevenire la contaminazione dei batteri E. Coli negli alimenti

Giacarta - Dei molti tipi di batteri che possono causare infezioni, i batteri Escherichia coli o abbreviato E. coli diventare uno dei batteri da tenere d'occhio. Questo batterio può infettare il tratto urinario, il tratto gastrointestinale, il tratto respiratorio e il sistema nervoso.

C'è una cosa che non dovrebbe essere dimenticata su questi batteri canaglia. Questo batterio può contaminare il cibo, quindi può causare una serie di problemi quando il cibo entra nel corpo. Allora, come prevenire la contaminazione batterica? E. coli sul cibo? Dai un'occhiata alla discussione qui sotto!

Leggi anche:Cosa fare in caso di infezione da E. Coli?

Modi semplici per prevenire l'infezione da E. coli

Secondo un professore e specialista in sicurezza alimentare presso la U.S. State University of North Carolina, in realtà sono batteri E. coli è ovunque, quindi è impossibile evitarlo completamente. Tuttavia, fortunatamente ci sono diversi modi per prevenire questa contaminazione batterica degli alimenti. Ecco la spiegazione:

  1. Assicurati di cuocere fino al termine

Come assicurarsi che il cibo sia completamente privo di? E. coli in realtà semplice, assicurati che il cibo da mangiare sia ben cotto, comprese le verdure. Il motivo è che, secondo gli esperti di cui sopra, non possiamo garantire completamente che i batteri siano scomparsi senza distruggere le verdure. Pertanto, se ti senti preoccupato, evita di consumare verdure crude.

  1. Avanzi freddi

Ci sono momenti in cui il cibo che è stato cucinato non viene mangiato o lasciato. Bene, se vuoi mangiare di nuovo questo cibo, assicurati che gli avanzi vengano immediatamente refrigerati in frigorifero. Perché alcuni batteri possono replicarsi in 20 minuti. Quando il cibo non conteneva molto E. coli che può causare problemi, può cambiare quando gli avanzi vengono lasciati a temperatura ambiente.

Leggi anche: Ecco come riconoscere ed evitare il cibo contaminato da E. Coli

  1. Pentole separate

La contaminazione da E. coli si verifica spesso quando qualcuno usa le stesse pentole per preparare cibi crudi. La soluzione, separare il tagliere e il coltello per lavorare carne e verdure crude durante la cottura. Non dimenticare di lavare sempre correttamente le pentole dopo. Bene, evitando questa contaminazione incrociata, possiamo evitare la contaminazione batterica E. coli.

Inoltre, il modo per prevenire la contaminazione batterica può essere anche quello di tenere la carne cruda lontana da cibi cotti e altri oggetti puliti. Inoltre, non dovresti nemmeno preparare o cucinare cibo quando hai la diarrea.

  1. Dal lavaggio alla cottura

Oltre alle tre cose sopra, ci sono molti altri modi per prevenire la contaminazione batterica E. coli sul cibo, ovvero:

  • Lavarsi le mani prima e dopo aver preparato il cibo e prima di mangiare.

  • Lava accuratamente frutta e verdura.

  • Evitare la contaminazione incrociata utilizzando utensili, pentole e piatti da portata puliti.

  • Tieni la carne cruda lontana da altri alimenti e da altri oggetti puliti.

  • Bevi solo latticini pastorizzati (evita il latte crudo).

  • Non preparare il cibo se hai la diarrea.

  • Assicurati che tutta la carne sia ben cotta e cotta. Se necessario, usa un termometro per alimenti. Assicurati che la temperatura della carne raggiunga i 71 gradi Celsius.

Leggi anche: Riconosci i sintomi dell'infezione da E.coli

Vuoi saperne di più sul problema sopra? O hai altri problemi di salute? Come mai puoi chiedere direttamente al medico attraverso l'applicazione . Attraverso le caratteristiche Chiacchierata e Chiamata vocale/video, puoi chattare con medici esperti sempre e ovunque senza bisogno di uscire di casa. Dai, scarica ora su App Store e Google Play!

Riferimento:
Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. Accesso 2020. E. coli (Escherichia coli) - Prevenzione.
Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti Istituti nazionali di salute - Medlineplus. Accesso al 2020. Infezioni da E. Coli.
Linea della salute. Accesso al 2020. Infezione da E. Coli.