3 tabù alimentari per le persone con ipoglicemia

, Jakarta - L'ipoglicemia si verifica quando i livelli di glucosio nel sangue nel corpo diventano inferiori al normale. Quando il cibo viene digerito nel corpo, viene scomposto in molti nutrienti. Successivamente, questi nutrienti vengono assorbiti nel flusso sanguigno per essere utilizzati nell'esecuzione di varie funzioni del corpo.

Uno di questi nutrienti è il glucosio, lo zucchero che fornisce carburante per il corpo. Il processo che regola la quantità di zucchero nel sangue è complesso ed è legato all'adrenalina. L'improvviso rilascio di adrenalina è una delle cause dell'ipoglicemia, causando sintomi come ansia, fame, sudorazione, battito cardiaco accelerato e svenimento.

L'ipoglicemia può verificarsi anche da alcune malattie, come malattie del fegato e alcuni tipi di tumori. Questa condizione provoca un tipo di ipoglicemia chiamata ipoglicemia organica. Questo disturbo di solito richiede un trattamento medico speciale o un intervento chirurgico.

In alcune persone, il corpo risponde in modo diverso alla digestione del cibo. Alcuni alimenti vengono digeriti e assorbiti rapidamente, provocando un'esplosione di glucosio che entra nel flusso sanguigno. Nella maggior parte delle persone il corpo si adatta facilmente.

Leggi anche: Introduzione all'ipoglicemia e come superarla

In alcune persone, il corpo reagirà in modo diverso. Il corpo reagisce in modo eccessivo e regola i suoi processi per ridurre la glicemia. Il risultato sono livelli di glucosio troppo bassi. Quindi il corpo rilascia adrenalina e aumenta il glucosio nel sangue o si chiama ipoglicemia reattiva.

È abbastanza difficile diagnosticare l'ipoglicemia che si verifica. Anche così, generalmente i sintomi appariranno costantemente da una a tre ore dopo aver mangiato, dopo di che tornerà alla normalità. Se non è nota una causa medica, la diagnosi di ipoglicemia reattiva è difficile da determinare.

Il modo migliore per gestire l'ipoglicemia reattiva è introdurre glucosio nel flusso sanguigno a una velocità costante e uniforme. Questo può essere fatto modificando le abitudini alimentari.

Leggi anche: Ecco il test dell'ipoglicemia che devi sapere

Cibi da evitare con l'ipoglicemia

A causa dei molti problemi che possono derivare da troppo o troppo poco zucchero nella tua dieta, potresti iniziare a confonderti su cosa mangiare o evitare. Il trucco è che l'ipoglicemia e altre condizioni che influenzano la glicemia hanno solo bisogno di perdere l'equilibrio.

Ecco alcuni cibi e bevande che dovresti limitare o eliminare completamente dal tuo consumo quotidiano, ovvero:

1. Consumare troppi carboidrati

Mentre è una buona idea mangiare alcuni dolci o altri cibi pieni di zucchero durante un episodio ipoglicemico, mangiare carboidrati semplici durante il giorno può aiutare a regolare il glucosio nel corpo. In tal modo, può anche aiutare a prevenire episodi ipoglicemici. Il motivo è che il tuo corpo è in grado di convertire e assorbire facilmente i carboidrati semplici in glucosio, aumentando i livelli di zucchero nel sangue e innescando un aumento del rilascio di insulina anche ore dopo aver mangiato.

2. Evita l'alcol

Evita di bere qualsiasi tipo di alcol se soffri di ipoglicemia. L'alcol ha un effetto molto forte sul fegato, che è l'organo responsabile del rilascio del glucosio nel corpo. L'eccessiva assunzione di alcol può far scendere i livelli di zucchero nel sangue stimolando la secrezione di insulina. Alcuni tipi di alcol contengono anche elevate quantità di carboidrati che possono aumentare la glicemia.

3. Cibo fritto

Dovresti anche evitare di mangiare troppo cibo fritto. Questo può influenzare il tuo corpo nel rilascio dei livelli di zucchero nel corpo.

Leggi anche : Riconoscere l'ipoglicemia, le complicanze acute nelle persone con diabete

Questi sono alcuni cibi e bevande che le persone con ipoglicemia dovrebbero evitare. In caso di domande sul disturbo, il medico di pronto ad aiutare. La via è con Scarica applicazione in smartphone tu!